1. Home
  2. Vita
  3. Autostima
  4. Mappe
  5. Cosa sono gli occhiali rosa

Cosa sono gli occhiali rosa

Una persona "indossa gli occhiali rosa" quando prende in considerazione solo gli aspetti positivi di una persona che gli piace.
Articolo pubblicato il: 31/07/2022
Primo piano di ragazza con occhiali rosa

Photo by Ali Pazani on Unsplash

Una frequente situazione in cui prestiamo attenzione solo agli aspetti che confermano le nostre convinzioni è quando “indossiamo gli occhiali rosa“.

Ecco cosa succede quando hai gli occhiali rosa:

  • Ti piace una persona.
  • La incroci e ti sorride, la prima cosa che pensi (in realtà: che speri) è che lo faccia perché ricambia il tuo sentimento, non pensi che potrebbe solo essere una persona gentile.
  • Al contrario, se la incroci e non ti sorride, non pensi: “non è interessata a me”, bensì: “forse è una persona timida e va incoraggiata”. E’ così che nasce lo stalking.

Cosa fare quindi? Tu non lo sai se piaci a quella persona, oppure no. Devi far finta di niente? Certo che no, ma prima di costruirti in testa un film sul luogo dove farete il viaggio di nozze e quanti figli avrete, devi cercare delle conferme. Se una persona è davvero interessata a te, ti invierà più segnali coerenti.

La chiave di volta è questa: più segnali coerenti.

C’è anche il caso in cui pensi che quella persona non sia interessata a te, per il solo fatto che non ti conosce abbastanza, si ti conoscesse meglio, lo sarebbe senz’altro. In questo caso devi prendere tu l’iniziativa e comunicare a quella persona che tu hai interesse per lei. Andando per gradi e aspettando conferme. Evita lo stalking.

L’innamoramento

La tipica situazione da occhiali rosa è la fase di innamoramento, in cui il partner ha tutti pregi e zero difetti. Questa non è la realtà. Così sembra a te, perché presti attenzione ai primi e passi sopra ai secondi (tipica situazione di “cancellazione”). Passato l’innamoramento, ti ritroverai ad affermare che l’altra persona “è cambiata”, ma non è così, è cambiato solo il modo con cui tu vedi l’altra persona (ovvero la tua mappa dell’altra persona).

Cosa fare? Presta attenzione a quello che ti dicono i tuoi amici, a proposito dell’altra persona. Loro non son innamorati e saranno senz’altro più obiettivi di te. Attenzione, prendi con le pinze i suggerimenti delle persone:

  • interessate a te, che mai vorrebbero che l’altra persona si mettesse con te, perché vorrebbero farlo loro,
  • interessate all’altra persona, che mai vorrebbero che tu ti mettessi con lei, perché vorrebbero farlo loro,
  • che hanno gli “occhiali neri”, che vedono solo i difetti degli altri, perché hanno bassa stima di sé e si sentono meglio solo quando hanno modo di osservare che gli altri “sono peggiori”.

Tolti questi casi, avere un feedback da chi non è direttamente coinvolto, spesso può essere d’aiuto a liberarsi dagli occhiali rosa.

Clip video tratta da La verità è che non gli piaci abbastanza su Youtube

Crearsi delle giustificazioni

Un altro atteggiamento tipico degli occhiali rosa è quello di crearti delle improbabili giustificazioni, pur di mantenere in vita la tua aspettativa, quando le cose non vanno come tu vorresti. Se l’altra persona non ti chiama, tu pensi che lei vorrebbe farlo, ma per qualche motivo non ne è in grado.

Dài un’occhiata al video: se l’altra persona non ti chiama è perché non è interessata a te, non perché ha perso il tuo numero. Oppure ha perso il tuo numero, ma è successo solo perché non era davvero interessata a te.

Ricordati che se una persona è davvero interessata a te, ti invierà più segnali coerenti.

Modi di dire relativi agli occhiali rosa

Ecco alcuni modi di dire correlati al concetto di occhiali rosa:

  • vedere il mondo dipinto di rosa;
  • vedere tutto rose e fiori;
  • avere/mettere/indossare gli occhiali rosa;
  • guardare il mondo con gli occhiali rosa.

Scritto da: Alberto

Classe 1962, vivo da sempre a Padova. Lavoro nel settore dell'informatica e da alcuni anni mi interesso di Web development. Mi riconosco negli ideali del Vangelo e in quelli della sinistra, così come li ha descritti Pier Luigi Bersani nella trasmissione "Vieni via con me".

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti

Molte cartine geografiche aperte e gettate alla rinfusa su un ripiano

Cos’è una mappa

Il termine mappa viene utilizzato per indicare una rappresentazione interna alla nostra mente del mondo fuori e dentro di noi.

La struttura di un ponte vista attraverso una sfera di vetro appare rovesciata

La mappa non è il territorio

L'espressione "la mappa non è il territorio" mette in evidenza la discrepanza tra realtà (territorio) e percezione della realtà (mappa).

giovane pensieroso seduto a terra

Cos’è il Bambino non OK

Quali sono le conseguenze del senso di inadeguatezza che si imprime nello stato dell'io Bambino nei primi anni di vita ("Bambino non OK").

Intreccio di filo spinato

Le mappe limitanti

Dobbiamo eliminare le etichette (mappe) su noi stessi che abbiamo acquisito nel passato e che possono risultare limitanti per il presente.

Un uomo e una donna discutono tra loro, simbolo delle transizioni nella comunicazione

Cos’è l’analisi transazionale

L’Analisi Transazionale, è una teoria psicologica, elaborata da Eric Berne negli anni 50. E' finalizzata ad aiutare le persone a conoscere, capire ed eventualmente modificare i propri comportamenti. L’Analisi Transazionale comprende: l’Analisi strutturale;l’Analisi...